Circa Stefano Dioni

63 anni, pensionato. Ho lavorato in banca occupandomi di informatica, sistemi di pagamento e welfare. Credo da sempre che l’impegno civile e sociale sia un dovere, perché migliorare il mondo ci riguarda. Credo soprattutto, citando Don Milani, che si debba “fare il bene là dove siamo”. Possibilmente senza prenderci troppo sul serio.
Torna in cima